Neurotaping

Neurotaping

Descrizione dell'attività

Il neurotaping nasce nel 1973 dal Dott. Kenzo Kase, chiropratico giapponese, e prende forma dalla kinesiologia applicata (metodica di valutazione di forza e deficit muscolare). Si basa sulla ricerca di tecniche che agiscono stimolando i processi naturali di autoguarigione, favorendo il movimento.

La tecnica del neurotaping, a differenza del taping tradizionale anelastico, si basa su un concetto terapeutico che agevola i liberi movimenti per permettere al sistema muscolare di aiutare il corpo affinchè guarisca biomeccanicamente.

Indicazioni terapeutiche

Il neurotaping agisce sui punti neurolinfatici, sui punti neuromuscolari e sulle inserzioni muscolariraggiungendo quattro obiettivi:
  • allevia il dolore
  • supporta il muscolo durante il movimento
  • rimuove la congestione linfatica e le edemi sottocutanei
  • corregge il cattivo allineamento articolare

Modo e tempi

Il neurotaping viene applicato a discrezione del terapista e deve essere rimosso dopo 3-4 giorni.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.